Carissimi amici,

un passo dopo l’altro, siamo già a Pasqua. Non è che mi ricordi di voi solo a Natale e Pasqua e in qualche circostanza particolare, ma ci sono della date che sono obbligatorie. Per me la Pasqua è il centro della mia vita con il mistero Pasquale di Gesù, che poi posso rivivere ogni domenica (piccola Pasqua durante l’anno), e in ogni Eucarestia. E’ qui che mi ricarico per tutto l’anno! Vorrei tanto che fosse così per tutti voi, è questo il mio augurio. Rimane il panorama del mondo che è tanto triste e problematico. Ed è appunto guardando alla vittoria di Gesù che riviene la fiducia che alla fine tutto si concluderà bene. E’ per questo che sono missionario: per dare alle persone la speranza di cui hanno bisogno e aiutarle a attingere alla vittoria di Gesù.

Io sto passando un periodo tranquillo. Ormai i miei superiori non mi danno più incarichi pesanti, vista l’età…. Così mi contento delle attività apostoliche “ordinarie” e servo la comunità in quello che posso, cioè un po’ di insegnamento, l’assistenza a certi lavori e la presenza agli atti comunitari. A proposito di lavori: vi avevo detto che dovevo organizzare l’allevamento di polli, ovaiole e conigli per sostenere la vita ordinaria della comunità che è anche un piccolo seminario con undici postulanti. Bene: ieri le galline (sono mille) hanno cominciato a fare le uova, vendiamo mille polli ogni due mesi e i conigli sono già circa quattrocento. La settimana prossima cominceremo a venderli. Vedete che mi son dato da fare…!

Purtroppo devo dare risposta negativa a quelli che vengono a domandare aiuti, perché i soldi racimolati l’anno scorso sono finiti e fino al mio rientro in Italia non c’è più nulla… A proposito : il mio rientro sarà a agosto e settembre, perché prima devo dare la precedenza a P. Gianluigi (il mio parroco).

A tutti i miei auguri di buona Pasqua e un grande abbraccio. A Presto.

 

F. Marcantonio Pirovano (Marco)

Missionario cappuccino