Carissimi amici delle missioni,
Vi ringraziamo di cuore perché in tanti avete risposto alla nostra richiesta di aiuto per l’EMERGENZA NEPAL.
Grazie al vostro sostegno abbiamo già inviato 25.000,00 euro ai Padri Gesuiti che vivono e lavorano in molte delle comunità duramente colpite dal terremoto.

ALCUNI DATI:
8.650 vittime
20.000 feriti
1.383 scuole danneggiate
267.373 case danneggiate
494.717 case distrutte
3.000.000 di persone necessitano di assistenza alimentare
3.000.000.000 di euro di riserve alimentari andati perduti

Desideriamo aggiornarvi attraverso le parole che ci giungono direttamente dal Nepal:

I° fase di intervento:
“Nella prima fase dell’emergenza i Gesuiti ed i loro collaboratori sono riusciti a raggiungere 25 villaggi in 9 distretti fortemente colpiti dal terremoto, fornendo cibo, medicine, tende, vestiti e coperte per 3.684 famiglie, raggiungendo così oltre 15.000 persone.
Gli sfollati sono stati accolti presso il Collegio di San Francesco Saverio e Santa Maria; sono stati raggiunti i villaggi remoti del distretto di Dhading; sono state allestite aule provvisorie per offrire lezioni per i ragazzi.”

II° fase di intervento:
“Un programma di intervento per i prossimi tre mesi prevede la messa in sicurezza e la ristrutturazione delle abitazioni di 600 famiglie, il sostegno a 400 famiglie e la riparazione delle classi. Ma l’impegno continuerà anche nel medio periodo. Sono infatti previsti interventi di sostegno di carattere educativo, edilizio e riabilitativo per i prossimi tre anni.”

Rinnovando i nostri ringraziamenti, salutiamo fraternamente!
i frati del Centro Missionario