Carissimi,


"Troverete un bambino avvolto in fasce, che giace in una mangiatoia" (Lc 2,11): davanti al presepio vi ho ricordato con affetto e molta nostalgia…

Chi convive con la Bibblia e si alimenta con l’Eucaristia mai perderà il gusto della novità del Natale, presente in qualunque gesto di vita che Gesù Bambino ci dona, perché Lui è venuto per "curare i nostri dolori". Che il Natale 2011 porti a ciascuno di noi la grazia della rinnovazione, che dà maggiore splendore alla nostra testimonianza.

Che la stella di Betlemme ci guidi sempre alla grotta dove ci incontriamo con "la bellezza sempre nuova e sempre eterna". Apriamo i nostri cuori alla fede, alla speranza, alla carità: Lui, Gesù Bambino, è venuto per rinnovarci nella gloria e nella pace e noi con i pastori, adoriamo e contempliamo!


Auguri di Buon Natale e Felice Anno Nuovo.


frei Narciso Baisini




 - immagini di Açailandia: la parrocchia San Francesco; il ricovero frei Narciso;