Fra Ruggero celebra la S. Messa a Cidelandia dopo 30 anni.

Festeggiamenti e celebrazioni hanno segnato il ritorno, dopo 30 anni, di Fra Ruggero nella città di Cidelandia.

Questo pioniere della Chiesa Cattolica nella nostra città, è stato festeggiato per tutta la domenica 23 marzo.

Le celebrazione, iniziate nel villaggio “Sao Joao do Andirobal”, comunità fondata da Fra Ruggero, sono continuate per tutta la giornata fino a raggiungere il culmine nella Chiesa principale della città, durante la solennità della Santa Messa celebrata dall’Arcivescovo della città di Imperatriz, Mons. Gilberto Pastana, con Fra Ruggero, Padre Joariston, Padre Nonato e Fra Arimateia.

Alla commemorazione erano presenti anche le autorità locali, tra cui il Sindaco José Carlos ed il Deputato statale Valdinar Barros.
L’Assessore Elivan Braz, in nome del Consiglio Comunale, ha consegnato un certificato di riconoscenza a Fra Ruggero per i considerevoli lavori prestati alla comunità.

Fra Ruggero è stato una pietra miliare nella storia della città, oltre ad aver fondato la Comunità “Sao Joao”, ha sviluppato importanti lavori assieme agli abitanti di Cidelandia, ha costruito la casa parrocchiale ed ha trasformato la comunità in Parrocchia.

Autore di parecchi libri, Fra Ruggero ne ha scritto uno dedicato in modo particolare alle sue esperienze pastorali in città, il libro si intitola: “Cidelandia, coloro che non hanno voce”, nel quale racconta le sue esperienze pastorali con gli appunti sulla profonda religiosità popolare nella Valle del fiume Tocantins, dal 1970 al 1980.



immagini della parrocchia di Cidelandia, diocesi Imperatriz

Scarica il pdf