Carissimi amici, pace e bene!
 
Sono appena tornato dalla Terra Santa, dove sono stato per 8 giorni, e sono passato anche da Betlemme, che era già tutta adornata per il prossimo Natale (eppure sono mussulmani!).
 
Quelli che sapevano di questo viaggio, mi avevano chiesto di ricordarli, ma vi assicuro che vi ho ricordato tutti, anche in previsione del prossimo Natale.
 
Che Gesù venendo nei nostri cuori ci riempia di tutte le grazie di cui abbiamo bisogno, anche al di là dei nostri desideri.
 
Ora sono tornato alle occupazioni di sempre.
L’apostolato in parrocchia, le varie attività…
- a proposito, la scuola va a gonfie vele! – e naturalmente la pittura: per Natale metterò in chiesa tre quadri di 130 (larg) x 190 (alt), con la nascita al centro, i magi a destra e i pastori a sinistra.
A me e a quanti li hanno visti, piacciono…!
Un particolare: qui a Natale siamo a 30 gradi!!!( "al freddo e al gelo") Un Natale poco commerciale, ma molto più interiore e religioso.
 
A me il Natale piace cosi, anche se a pranzo magari ci sarà il RAT, e niente altro: né panettone né spumante (speriamo che l’acqua sia potabile). Spero che anche voi abbiate una preghierina per la mia conversione.
 
Un grande abbraccio a tutti e ancora tanti auguri.
 
P. Marco Pirovano,
Missionario Cappuccino.