Sabato 19 Marzo ci siamo ritrovati nella Chiesa del Centro Missionario per Celebrare una S. Messa in ricordo dei 23 Missionari Martiri del 2010. Questo dell’Eucarestia nel tempo forte della quaresima è un appuntamento ormai consolidato per i gruppi missionari, per gli amici delle missioni e per i volontari che si ritrovano a pregare per le missioni e sono intervenuti numerosi.

Tuttavia quest’anno ha assunto un carattere tutto particolare perché tra i 23 martiri è annoverato anche il nostro confratello cappuccino Mons. Luigi Padovese ucciso barbaramente in Turchia il 3 giugno dello scorso anno.

Nutrita la partecipazione dei frati che hanno concelebrato insieme ai nostri confratelli delle missioni della Costa d’Avorio e dell’Eritrea e che hanno messo sull’altare le loro invocazioni per la pace nelle rispettive nazioni. Particolarmente suggestiva è stata la presenza di Mons. Edmond Farhat nunzio apostolico emerito della Turchia che ha presieduto la celebrazione e ci ha commosso con ricordi personali della vita di Mons. Padovese soprattutto nel momento in cui, come Abramo, ha risposto alla chiamata di Dio ed è uscito dalla sua terra per andare incontro al martirio nel nome del Signore e nel servizio della piccola-grande Chiesa di Turchia.

Il Vescovo ci ha invitato ad essere testimoni autentici del Vangelo e a non abbandonare le chiese perseguitate del medio oriente, e soprattutto a farci voce di questi fratelli e dei missionari perché nella reciprocità vengano rispettati i diritti di libertà religiosa anche nelle terre a maggioranza Islamica.

Un grazie particolare a tutti coloro che sono intervenuti alla Celebrazione, al coro del nostro convento di P.le Velasquez che ha animato la Liturgia in modo egregio e a tutti coloro che si sono uniti a questo momento in comunione di preghiera.