Carissimi fratelli e sorelle
dei Gruppi Missionari
e amici delle Missioni
 
In questo ottavo centenario dell’approvazione della forma di vita di S. Francesco, il Ministro Generale dei frati Cappuccini nella sua lettera “nel cuore dell’Ordine la missione” ci ha ricordato che oggi l’essere missionario significa essere colui che porta il Vangelo, lavorando perché il Regno trovi il buon terreno per crescere.
Vogliamo sostenere con la nostra preghiera e con il nostro aiuto coloro che operano in terre lontane per annunciare e testimoniare il Vangelo di Cristo e la sua vicinanza a chi soffre, anche con il dono della vita.
Ma l’orizzonte missionario, prosegue il Generale, comprende, oltre a coloro che non hanno mai conosciuto il Vangelo, anche coloro che lo hanno dimenticato o abbandonato. Da qui il compito di ogni credente di essere testimone del suo amore per Gesù anche nella nostra terra. Per fare ciò occorre un cuore infiammato per amore di Dio e dell’uomo.
In comunione con i tanti missionari Cappuccini Lombardi che operano in varie parti del mondo e con la presenza di alcuni Frati delle nostre missioni vi invitiamo a sentire vostro l’ideale missionario e a celebrare con noi l’Eucarestia per ringraziare il Signore per quanto opera attraverso le nostre povere persone, per chiedere pace per il mondo  e perché susciti nuove vocazioni missionarie.
 
 
Ci troviamo:
Sabato 27 febbraio
 
presso il Centro Missionario
di Piazzale Cimitero Maggiore , 5 – Milano
 
Programma:
 
ore 15,30 Santa Messa concelebrata dai missionari presenti in Italia.
Seguirà un momento di agape fraterna
 
 
E’ buona cosa estendere l’invito anche ad altre persone affinché possano unirsi all’iniziativa e conoscere i missionari e le attività del nostro centro.
 
In attesa di incontraci, un fraterno e francescano saluto di ‘Pace e bene’.
 
                                                                     
  I frati del Centro Missionario
 
Fra Mauro e Fra Agostino