Fra Oliviero Bergamaschi, Superiore dei Frati Cappuccini della Costa d’Avorio, ci illustra il percorso che è stato intrapreso nelle tre missioni ivoriane dove siamo presenti: Abidjan, Alépé e Zouan-Hounien, e ci aggiorna sulla situazione del dopoguerra che sta vivendo la popolazione della Costa d’Avorio, che intravedendo finalmente un barlume di speranza, sta rinascendo in tutti i lavori quotidiani… ed anche le nostre opere, dopo mesi di tensioni durante i quali comunque non siamo mai venuti meno alla nostra presenza, stanno ripartendo a pieno regime!

 

 

- clicca per vedere l’intervista …



- le altre interviste realizzate con i nostri missionari:


Brasile

2012 – giugno – fra Luigi Rota

2012 – maggio – frei Rodrigo de Araujo

2012 – febbraio – frei Deusivan, Ministro Provinciale

2011 – settembre – suor Utilia

2011 – settembre – fra Giandidio Garagiola

2011 – luglio – fra Gianfranco Frambi

2011 – luglio – fra Luigi Spelgatti

2011 – luglio – fra Gentile Gianellini

2011 – maggio – fra Pierantonio Zanni

2011 – maggio – fra Antonio Vegetali

2010 – novembre – fra Defendente Rivadossi


Costa d’Avorio

2012 – maggio – fra Gianluca Lazzaroni

2011 – luglio – fra Antonio Forchini

2011 – luglio – fra Ernesto Giudici

2011 – maggio – fra Giuseppe Lecchi

2010 – novembre – fra Serge

2010 – novembre – fra Gianluigi Marcassoli

2010 – giugno – fra Zacharie Kolantrin


Camerun

2011 – gennaio – fra Roberto Pirovano

2010 – luglio – suor Alfonsa Kiven

2010 – luglio – fra Angelo Pagano

2010 – giugno – fra Dawitt (Etiopia) e fra Francis

2010 – giugno – fra Maurizio Golino


Eritrea

2012 – gennaio – fra Hailemikael Beraki

2012 – gennaio – fra Daniele Beraki

2011 – giugno – mons. Thomas Osman

2010 – maggio – suor Letizia


Thailandia

2012 – maggio – fra Antonio Valsecchi

2011 – luglio – fra Matteo Worrawuth


Italia

2010 – giugno – fra Marco Pozza

2010 – giugno – fra Salvatore Martorana




 - nelle immagini: fra Oliviero durante la pastorale di prossimità nel 2009 e con i bambini della scuola primaria di Bin-houye della parrocchia di Zouan-Hounien nell’ovest del paese nel 2005.