Come consuetudine da diversi anni, accompagnato da Fulvio, ritorniamo nello Stato del Maranao, nel nord-est del Brasile, dove siamo impegnati nel volontariato, per aiutare le missioni delle Suore Cappuccine di Madre Rubatto. Suor Fausta Milesi ha impegnato quasi tutta la sua vita religiosa e missionaria in questa zona.
In questo nuovo viaggio siamo rimasti per 33 lunghi giorni in Barra do Corda, una piccola cittadina al confine con la foresta Amazzonica. La missione è situata in una conca caldissima e invasa da nuvole di zanzare e mosquitos, con temperature umide sempre vicine ai 40 gradi.
Di ritorno in Sao Luis (capitale dello Stato) si è lavorato nella casa Regionale delle Suore fino al nostro rientro in Italia. Nei pressi della casa Regionale, ad una distanza di circa 12 km sorge il berçário, (asilo nido) ove il 12 gennaio 2011 c’è stata un’alluvione che ha messo a soqquadro i pavimenti e reso pericolanti i muri. Ora si stanno preparando i progetti (si spera molto rapidamente) per la ricostruzione.
Nel periodo di permanenza in Sao Luis, abbiamo fatto diversi sopralluoghi arrivando alla conclusione che sarebbe un “suicidio” ricostruire il berçário nello stesso posto, in quanto la valletta passa addirittura sotto i pavimenti. Vi sono quindi elevate possibilità che in futuro possa verificarsi un disastro simile, vista l’abbondanza delle piogge in alcuni periodi dell’anno.
Quindi si sta pensando di adattare l’attuale casa delle suore, con diverse modifiche, ad uso berçário, e nel terreno confinante, già di proprietà, costruire una nuova casetta per loro. Infatti questa zona non è soggetta a rischio di allagamento.
Durante la nostra permanenza abbiamo avuto la possibilità di visitare diverse famiglie, i cui figli frequentavano il berçário danneggiato. E’ apparso evidente come queste famiglie, e i piccoli in particolare, patiscano la fame: i genitori non hanno lavoro o sono occupati solo saltuariamente. Quindi è urgente ricostruire questa struttura in modo che questi poveri piccoli ricevano assistenza e nutrimento.
Speriamo che per fine anno si riesca ad ultimare la struttura. Se poi la salute ci accompagnerà ancora, ritorneremo ad aiutare, per fare le finiture.
“Suor Fausta ci aiuterà anche in questo nuovo progetto in quanto lei a questi bambini teneva molto”
Ringrazio di cuore anche da parte delle suore che lavorano in questa missione.


Giuliano Moroni

 

 

 

 

 - nelle immagini Giuliano all’asilo "Vila Litoranea" di Sao Luis, danneggiato dalle forti piogge dello scorso anno.