Volontariato


4- Chiang Rai (80)Chi si rivolge a noi cosa chiede

Tante sono le motivazioni che spingono le persone a mettersi in contatto con il nostro Centro Missionario per vivere un’esperienza di volontariato. Tutti in fondo chiedono di vivere un’ esperienza concreta a servizio di realtà che sono nel bisogno e per questo si rendono disponibili ad intraprendere un cammino di conoscenza e di preghiera per la realtà missionaria che li porta a cambiare il cuore.
Chi si rivolge a noi cosa incontra
Una realtà dinamica e vivace fatta di frati, collaboratori laici e volontari che quotidianamente vive proiettata nel servizio alle missioni dell’Africa, del Brasile e della Thailandia.
Fare un’ esperienza in missione non è una questione burocratica che si risolve con scadenze obbligate ma significa intraprendere un cammino di preparazione a questo servizio. E’ necessario approfondire la conoscenza e confrontarsi con con i missionari, i responsabili del centro e i volontari che come noi hanno chiesto di fare quest’esperienza..
Ciò vuol dire incontrarsi, conoscersi, parlarsi, verificare le motivazioni e le capacità che ognuno ha per chiarire le intenzioni e stabilire dove uno potrebbe vivere questa esperienza. Ogni esperienza seria va infatti ponderata e ben preparata tenendo presente che anche i missionari devono sapere chi arriva in missione, cosa può fare e quali sono le sue doti e competenze.


Cosa chiediamo concretamente

Chiediamo di partecipare con assiduità agli incontri di preghiera che si tengono nella nostra Chiesa il 1° martedì del mese alle ore 21,00 da Ottobre fino a Maggio per approfondire le motivazioni di fede legate all’esperienza missionaria.
Chiediamo inoltre di seguire i corsi di preparazione specifici presso il centro missionario che si tengono da Gennaio fino ad Aprile per entrare di più nello spirito, dinamica e stile della realtà missionaria ed avere le indicazioni pratiche per muoversi in missione.
E’ necessario quindi contattare il Centro Missionario in Ottobre per partire l’estate successiva. L’esperienza solitamente viene proposta nei mesi di Luglio e Agosto.


DSCN5136

Anch’io posso fare esperienza in missione?

Le nostre missioni hanno caratteristiche specifiche e possibilità limitate di accoglienza per cui non significa che possiamo sempre inviare tutte le persone che si rivolgono a noi.
L’importante è avere un buon spirito di adattamento per collaborare dove c’è più bisogno, capacità di entrare in relazione con le persone, capacità di proporre momenti di animazione con i bambini o svolgere compiti precisi per chi ha professionalità specifiche (es. medici, infermieri,operai specializzati, artigiani…).
Anche la conoscenza della lingua del paese dove si andrà è un elemento importante per vivere in maniera più completa e profonda la propria permanenza.
E’ prima di tutto una esperienza di servizio e condivisione gratuita del proprio tempo da vivere sotto la guida dei missionari con umiltà e senza la pretesa di cambiare il mondo in breve tempo o dovere fare chissà che cosa.
Occorre essere maggiorenni, in buona salute psico-fisica e in grado di provvedere all’acquisto del biglietto aereo (circa 1500 euro). La missione provvede al vitto e all’alloggio. Alla fine della permanenza qualsiasi offerta lasciata va a beneficio dei poveri che sono aiutati dalla missione stessa.


Quanto tempo devo dedicare a questa esperienza?

Non meno di un mese.
Un tempo minore non è possibile in quanto insufficiente per vivere una seria esperienza e condividere le finalità del nostro Centro Missionario.

Etiopia 2008 (520)Imperatriz 2008_15

This is a unique website which will require a more modern browser to work!

Please upgrade today!