Riflessione di Padre Giulio Albanese al convegno nazionale dei Centri Missionari dei Cappuccini Italiani